Giuliano GAIGHER

con Nessun commento
Giuliano GAIGHER
BIOGRAFIA

Treviglio (Italia), 1964
Il percorso artistico di Giuliano Gaigher si è sviluppato parallelamente sia dal punto di vista espressivo che tecnico.
Dal punto di vista tecnico, la fascinazione per il materiale è sempre stata centrale nella sua produzione artistica. Nelle prime sculture dell’artista, ciò si può rintracciare nella lavorazione della texture del vetro; più tardi, questo interesse si è evoluto nella realizzazione di forme sospese nello spazio, grazie all’utilizzo di reti metalliche. Infine l’artista si è concentrato sulla fusione polimaterica, in cui forme e materiali differenti sono mischiati in nome della propria ricerca estetica.
Dal punto di vista espressivo, dopo un periodo più figurativo, anche se pur sempre geometrico, Gaigher ha maturato un linguaggio artistico più intimo, diventando maggiormente evocativo, in cui significante e significato sono strettamente connessi.
Nella poetica di Gaigher è possibile trovare dei leitmotiv ricorrenti: una poetica semplice ma diretta, in cui lo spettatore è libero di interpretare l’opera in maniera più spirituale o più vicina alla natura. Il tema della vita e il mondo sono i contorni che delineano l’estetica di Gaigher.

Nel corso degli anni l’artista ha ottenuto vari riconoscimenti, esponendo a livello internazionale.
Sue opere si trovano nella collezione permanente del museo di Brescia Paolo VI, e nel museo del vetro MusVerrea Sars-Potenes in Francia.